Manifesto

L’idea di far nascere una casa editrice come Rina edizioni si è formata dal nostro interesse per i testi delle scrittrici del passato. Per questo Rina ha un progetto ben preciso: riscoprire e recuperare figure “dimenticate”, riportando alla luce l’esperienza e il contributo di quelle donne dalla voce coraggiosa, estromesse dal canone letterario e obliate. La ricerca comprende opere edite e inedite di narrativa e poesia di autrici italiane e straniere – oltre che fuori collana come ricettari, testi illustrati e fumetti – da cui sono nate due collane distinte.

La collana Libertarie è dedicata alle scrittrici della letteratura italiana; si tratta di una ricerca attenta a quelle opere di donne che attraverso il loro sguardo hanno saputo cogliere e raccontare i molteplici aspetti della realtà e del tempo in cui vivevano. Sono voci singole e singolari, mai uguali a loro stesse, voci scomode e crude, voci clandestine. La nostra dedizione alla riscoperta delle innumerevoli componenti della «galassia sommersa» ci ha presentato profili e biografie di donne dalla personalità anticonformista, ribelle, inquieta, autentica, indipendente e contraddittoria. Nonché stili e interessi sfaccettati, animati dalla volontà di contestare il punto di vista dominante nel tentativo di imporsi a costruire un genere proprio. Questa spinta emancipatrice muove verso sentieri nascosti, che rendono inconsueto questo universo letterario “rimosso” troppo spesso subordinato e confinato ai margini da una tradizione rigida e respingente nei confronti di un linguaggio e prospettava letterari differenti.

Água viva è la collana di letteratura straniera di Rina, una scelta di grandi autrici del passato e del presente, una ricerca nell’inesauribile oceano della letteratura mondiale, condotto con un’attenzione particolare a quelle figure e a quei testi che sono apparsi e continuano ad apparire come esseri mirabili e unici, forme di vita complesse e non catalogate, opere inaspettate. Dal passato possono riaffiorare opere in grado di meravigliarci. Da luoghi remoti del mondo possono arrivare forme e pensieri capaci di farci ripensare la storia della letteratura per come la conosciamo. Se il canone e il gusto sono una nave, le possibilità che ci offrono le letterature sconosciute sono l’abisso marino. Per questo, come nella tradizione di questa casa editrice, abbiamo scelto di esplorare i fondali più impenetrabili. Ai nostri lettori e alle nostre lettrici chiederemo di immergersi di nuovo con noi e di seguirci tra i bagliori delle meduse.

Rina è una casa editrice che crede nella necessità di restituire spazio e visibilità a quel sotterraneo di scrittrici per valorizzarne la ricchezza intellettuale e riappropriarsi di una preziosa eredità, identità e sensibilità che ci appartiene e che speriamo diventi sempre più presente.

 

Newsletter

Carrello